…la serata del 27 ottobre

continua da… “Musiche di Puglia”

“La musica è Scienza, è Matematica, è una Lingua Straniera, è Storia, è Educazione Fisica, è Arte…
La musica sviluppa l’intuito ed esige ricerca, insegna ad essere più umani, a riconoscere la bellezza, ad essere più vicini all’infinito, ad avere più amore, più compas­sione, più gentilezza, più bontà…”

Doti intrinseche nell’animo di questi due giovanis­simi e bravis­simi artisti che, suonando a 4 mani, condividono lo spazio vitale su una tastiera, creano un equilibrio fra suoni gravi e suoni acuti… raggiungendo mas­simi livelli!

Tecla e Matteo hanno eseguito un programma molto particolare, arricchendolo con effetti scenici e tecnici originali, donando ad un pubblico entusiasta il loro virtuosismo, la loro pre­parazione artistica e concludendo la serata, suonando, nella versione a 4 mani, una delle più note attrazioni culturali della Grecia: la danza di Zorba.




foto
Antwnio Dipiero







Ringraziamo di cuore
Tecla Argentieri e Matteo Notarnicola
augurando loro un futuro di successo e meritate soddisfazioni!

Ringraziamo il Conservatorio Filarmonico di Patrasso per la conces­sione della Sala Concerti e, in modo particolare, la Direttrice, prof.ssa Βασιλική Φιλιππαίου per la pre­ziosa collaborazione.

Questo articolo è stato pubblicato in Collaborazioni, Eventi e ha le etichette , , , .